Servizi

adesivi-crocifisso-crocifissione-di-icona-piatto-gesu-cristo-per-le-applicazioni-religiose

Cosa fare in caso di Decesso di una persona Cara

Pala

Informazioni generali riguardanti la sepoltura

Fiamma

Informazioni generali riguardanti la cremazione

Lapide

Informazioni generali riguardanti le lapidi o monumenti

Detrazioni fiscali

Informazioni riguardanti le detrazioni delle spese funerarie

 

Cosa Fare

In caso di morte di un parente o di una persona cara è necessario effettuare, nel più breve tempo possibile, una serie di operazioni prima di poter dar luogo al rito delle esequie.

Prima di tutto prendere la decisione se si vuole TRASFERIRE LA SALMA IN ALTRO LUOGO per il periodo di osservazione: in caso affermativo farlo immediatamente presente al dottore che viene a constatare la morte, il quale deve compilare un modulo per trasferimento salma prima dell'accertamento di morte.

(in caso non lo possedesse, lo abbiamo noi dell'impresa Pittori)

Se il decesso avviene in casa, occorre chiamare il medico curante o il 118 che accerti il decesso e stila il certificato di morte.

Successivamente, PERSONALMENTE O ATTRAVERSO LA NOSTRA Agenzia Funebre PITTORI occorre:

  1. Avvisare il medico necroscopo, appositamente incaricato, il quale procederà , superata la 15°, ed entro la 30° ora dal decesso, all'accertamento della morte e rilasciare la denuncia di morte.

  2. Denunciare all'ufficiale di Stato Civile il decesso (con i dati anagrafici ) entro 24 ore portando i certificati rilasciati sia dal medico curante che dal medico necroscopo.

  • Se il decesso avviene in ospedale o in casa di cura, per la denuncia di morte provvede  l'Amministrazione Ospedaliera sempre tramite la nostra agenzia.

  • In caso di morte violenta, di morte improvvisa per la strada o in luoghi pubblici o di persone che vivono sole, è necessario avvertire l'Autorità Giudiziaria chiamando il 112 o il 113 che provvederà agli accertamenti, e darà disposizione per  la rimozione della salma.

A tre giorni dal decesso, ci si può rivolgere al proprio Municipio per ottenere eventuali documenti aggiornati ( certificato di morte, stato di famiglia alla data del decesso ).

 

Sepolture

L’INUMAZIONE… di una salma in “terra” è finalizzata a rendere più rapida possibile la trasformazione delle materie organiche in sali minerali. Per facilitare il processo, il cadavere viene collocato in una bara di legno leggero, facilmente decomponibile. Il periodo di mineralizzazione del cadavere avviene normalmente nell’arco di dieci anni. L’inumazione dei cadaveri è prevista in aree a tale scopo obbligatoriamente predisposte in aree cimiteriali.

 

LA TUMULAZIONE… di una salma in loculo, in tomba o in cappella privata, di contro, è finalizzata a conservare più a lungo le spoglie mortali e la sepoltura stessa. A tale scopo la salma deve essere racchiusa in una duplice cassa, l’una di legno e l’altra di metallo ed ermeticamente sigillata. Il periodo di conservazione di un cadavere in un loculo, in una tomba o in una cappella varia a seconda del tipo di concessione ottenuta dal Comune. La concessione in uso dei loculi e delle altre sepolture private è a pagamento secondo una tariffa fissata dall’autorità comunale, così pure come il periodo di concessione.

 

Cremazione

LA CREMAZIONE… di un cadavere prevede l’incenerimento dello stesso per mezzo di combustione e la raccolta delle ceneri in un’apposita urna.

La legge N. 130 del 30/03/2001 (Disposizioni in materia di Cremazione e Disposizione sulle Ceneri), prevede anche la dispersione delle ceneri in luoghi privati, lontani dai centri abitati, nei tratti di mare, di laghi o di fiumi liberi da natanti e manufatti o comunque la tumulazione, l'interramento o l'affidamento ai familiari, del defunto presso il loro domicilio.

La stessa deve essere autorizzata dal Sindaco sulla base della volontà testamentaria espressa in tal senso dal defunto. In mancanza di disposizione testamentaria, la volontà deve essere manifestata dal coniuge e, in difetto da tutti i parenti più prossimi dello stesso grado.

Per coloro i quali, al momento della morte, risultino iscritti a società di cremazione, è sufficiente la presentazione di una dichiarazione in carta libera, scritta e datata, sottoscritta dall’associato di proprio pugno, dalla quale chiaramente risulti la volontà di essere cremato.
La dichiarazione deve essere convalidata dal presidente della società di cremazione.

 

Lapidi e Monumenti

La ditta Pompe Funebri Pittori copre direttamente i servizi su Matelica, Cerreto D'Esi, Esanatoglia, Gagliole, Pioraco, Fiuminata, Castelraimondo, Fabriano, ecc.

Di seguito potrete trovare delle proposte di alcune aziende con cui collaboriamo:

Detrazioni Fiscali

DETRAZIONE DELLE SPESE FUNERARIE AI FINI DELL'IRPEF

  • Per ogni evento funebre, ai fini della dichiarazione dei redditi, spetta una detrazione pari al 19% delle spese sostenute complessivamente ad euro 1550,00. Nel caso i costi superassero tale cifra, la detrazione sarà pari al 19% di euro 1550,00.

  • La legge 208/15, nello specifico i commi 954 dell'art.1: Al testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.917, e successive modificazioni sono apportate le seguenti modificazioni:

  1. all'art.15, comma 1 la lettera "d" è sostituita con la seguente (si generalizza a chiunque sostiene la spesa): "le spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone, per importo non superiore a euro 1550 per ciascuna di esse".

  • Non sono detraibili le spese sostenute per le concessioni di loculi e/o tombe

LE SPESE PER LE ONORANZE FUNEBRI NON SONO SOGGETTE AD I.V.A. (art. 10 D.P.R. 633/72)